Pozzetti in polipropilene

Wavin

Pozzetti di ispezione e di allacciamento TEGRA 600

Materiale: Tubi in polietilenePozzetti in polipropilene

Norme di riferimento:

Diametri disponibili: da 160 mm a 400

Classi disponibili:

Pozzetti in polipropilene (PP) per collettori reflui urbani con canali sagomati a perfetto scorrimento e innesti a bicchiere completi di guarnizione orientabili fino 15°. Base stampata ad iniezione con struttura indeformabile a perfetta tenuta stagna. Tubo prolunga ad assorbimento di energia sezionabile in cantiere all'altezza di posa desiderata. Profondità di interramento da 0,7m a 5m.


Tecnoresine srl

Pozzetto di utenza per allacciamento e ispezione alla fognatura DN 315 / 425

Materiale: Pozzetti in polipropilene

Norme di riferimento:

Diametri disponibili: da 315 mm a 425

Classi disponibili: D 400

Diametro: 315-400-425  mm

Pozzetto costituito da base in polipropilene (PP) con Øe 315/ 400/ 425 mm; con fondo sagomato a canaletta passante e innesti a bicchiere femmina Ø 160 / 200, provvisti di guarnizione premontata e bloccata nel bicchiere. La base potrà avere due derivazioni laterali: una a destra a 45° e una a sinistra a 45° oppure uno scorrimento in linea.

Sulla base sarà inserito in verticale un tubo prolunga corrugato corrugato “ad assorbimento di energia” o liscio, di altezza necessaria a raggiungere la quota del piano di calpestio o carrabile, mediante una guarnizione in gomma a perfetta tenuta idraulica.

 


Piastra ripartitrice di carico per pozzetti in polietilene/polipropilene

Materiale: Pozzetti in polietilenePozzetti in polipropilene

Norme di riferimento:

Diametri disponibili: da 0 mm a 0

Classi disponibili:

Piastra in calcestruzzo armato ripartitrice di carico per pozzetti in polietilene/polipropilene con sede di appoggio per chiusino circolare DN 600mm.
La piastra ripartitrice di carico, viene utilizzata per la posa in opera dei chiusini su pozzetti in materiale plastico (polietilene o polipropilene). Lo scopo è di eliminare i carichi del traffico stradale sui pozzetti e sui giunti di collegamento con le tubazioni interrate. Questo sistema permette inoltre l’auto-livellamento del chiusino rispetto alla sede stradale in caso di assestamento dell’area interessata dallo scavo.